Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria

La laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria ti permette di diventare quello che tutti noi chiamiamo più comunemente dentista. È il medico che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia, sia medica che chirurgica, di malattie e anomalie dei denti. Se la tua ambizione è intraprendere questa carriera, allora vediamo insieme tutto ciò che è necessario sapere prima di ottenere la Laurea in Odontoiatria!

Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria: le basi

La laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria è un corso di laurea magistrale che forma un professionista avente specifiche conoscenze e competenze. Queste sono inerenti alla diagnosi e alla terapia delle malattie ed anomalie congenite ed acquisite dei denti, della bocca, mascellari superiori e inferiori, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti.

Il laureato in Odontoiatria, dopo l’abilitazione professionale, si occupa anche della prevenzione e della riabilitazione odontoiatrica, prescrivendo tutti i medicamenti necessari. Chi consegue una laurea in Odontoiatria possiede inoltre un livello di autonomia professionale, culturale, decisionale e operativa che gli consente un costante aggiornamento e di tenere bene a mente l’ambiente fisico e sociale circonda il paziente.

Il corso di laurea in Odontoiatria rientra in quelle lauree denominate “laurea magistrale a ciclo unico”. Significa dunque che, alla fine del corso di sei anni, otterrai il titolo magistrale senza aver dovuto prima acquisire la laurea triennale. Sì, hai letto bene: il corso di laurea in Odontoiatria dura sei anni e, esattamente come per Medicina e Veterinaria, è a numero chiuso.

L’esame di Stato per Odontoiatria è stato abolito con il decreto interministeriale 653/2022, a partire dall’a.a. 2023/24. Ora l’esame, da svolgersi poco prima della laurea in Odontoiatria, prevede una prova pratica valutativa delle competenze professionali acquisite durante il tirocinio.

La prova consiste nella discussione di tre casi clinici trattati dallo studente come primo operatore durante il tirocinio. Il tirocinio professionalizzante di 30 CFU si svolge durante il 6° anno o a partire dal 5° anno, per un massimo del 30% dei CFU. Dopo l’iscrizione all’albo, che è obbligatoria per esercitare la professione, gli studenti freschi di laurea in Odontoiatria possono decidere se cominciare a esercitare o specializzarsi. Le eventuali specializzazioni dopo la laurea in Odontoiatria:

  • chirurgia maxillofacciale
  • odontoiatria pediatrica
  • parodontologia
  • implantologia
  • endodonzia
  • ortodonzia
Grazie alle statistiche di Almalaurea possiamo riportare dei dati sulla laurea in odontoiatria:

Qualche statistica sui laureati in Odontoiatria e Protesi dentaria

LM-46
Corso di Laurea (codice Magistrale)
70,7%
Conseguimento della laurea in corso
79,7%
Tasso di occupazione dopo 1 anno dalla laurea
93%
Tasso occupazionale a 5 anni
27,2
Età media laurea
109,1 / 110
Voto di laurea in media
52/S
Corso di Laurea (codice Specialistica)
1786 €
Retribuzione mensile media netta a 1 anno
64,7%
Prosegue la formazione post laurea
2680 €
Retribuzione dopo 5 anni netta mensile
50,4%
Iscritti uomini
49,6%
Iscritti donne
statistiche

Caratteristiche del lavoro a 5 anni:

82,9%
Autonomo
0,6%
A tempo determinato
4,9%
A tempo indeterminato
11,3%
Altro

Le migliori università in Italia per la laurea in Odontoiatria

Il Censis, come ogni anno, mette a disposizione la classifica degli atenei più prestigiosi del Paese fornendo al futuro studente un ulteriore parametro per valutare dove scegliere di studiare. Nel tuo caso, dove iscriversi per la laurea in Odontoiatria.

I criteri presi in considerazione sono il tasso di progressione di carriera degli studenti laureati e i feedback a livello internazionale. Ti proponiamo qui la classifica Censis delle università che offrono corsi di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria in Italia.

Per l’anno 2023/2024 e per il solo corso di laurea in Odontoiatria troviamo sul podio l’Università di Pavia con 102 punti, seguita poi dall’Università di Trieste con 99.5 e quella di Perugia, con 98.5 punti. Di seguito la classifica completa: Per sapere dove trovare tutti gli atenei che propongono il corso di laurea in Odontoiatria ti consigliamo di buttare un occhio al sito de Il Sole 24 Ore che, dividendo le università per regione, ti guiderà verso la sede perfetta per le tua laurea in Odontoiatria.

Laurea in Odontoiatria: i posti disponibili

Per quanto riguarda i posti disponibili al Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, i posti disponibili variano da università a università e di anno in anno. Se ti stai chiedendo quanti posti ci saranno a disposizione per l’università da te scelta, riportiamo qui i posti provvisori per la laurea in Odontoiatria disponibili per quanto riguarda l’anno accademico 2023/2024.
UNIVERSITÀA.A 2023-2024
Bari
Bologna
Brescia
Cagliari
Campania
Catania
Catanzaro
Cattolica Sacro Cuore Roma
Chieti Pescara
Ferrara
Firenze
Foggia
Genova
Insubria
L’Aquila
Messina
Milano
Milano Bicocca
Modena e Reggio Emilia
Napoli Federico II
Padova
Palermo
Parma
Pavia
Perugia
Pisa
Politecnico delle Marche
Roma “La Sapienza”
Roma “Tor Vergata”
San Raffaele Milano
Salerno
Sassari
Torino
Trieste
Unicamillus
Verona
TOTALE COMPLESSIVO
30
36
20
25
55
25
20
25
40
50
33
50
30
20
50
50
60
30
20
60
32
25
28
20
23
20
20
60
42
60
30
20
40
40
75
25
1289
Sono dunque 1289 i posti provvisori disponibili per il corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria in Italia e puoi visionare la tabella del MUR qui.

Come iscriversi al TOLC-MED per Odontoiatria e Protesi Dentaria

Se stai continuando a leggerci vuol dire che per il tuo futuro hai scelto di conseguire una laurea in Odontoiatria. Come allora già saprai (e se non lo sai te lo diciamo noi!) dal 2023 quello conosciuto come “test d’ingresso” a Medicina e Chirurgia, valido anche per Odontoiatria e Protesi Dentaria, è stato trasformato in TOLC Medicina. Cosa cambia? Come Iscriversi? Posso partecipare?

Partiamo dalle basi: le sessioni dei TOLC saranno due all’anno e si potranno sostenere al massimo 2 prove all’anno per ciascuna tipologia (TOLC – MED e TOLC – VET). Significa che potrai provare due volte il TOLC-MED, due volte il TOLC-VET o una volta entrambi; tutto dipenderà dal tuo indirizzo di scelta! Il giorno della prova saranno resi disponibili tre turni per sostenere il test, due al mattino e uno nel pomeriggio. Per partecipare ai TOLC bisognerà registrarsi al portale cisiaonline.it e le università saranno tenute a permettere le prenotazioni al test almeno trenta giorni prima dell’esame per poi chiuderle dieci giorni prima della prova.

Il TOLC Medicina si tiene in presenza presso la sede selezionata dal candidato durante la procedura di iscrizione e l’esaminazione viene erogata sulla piattaforma informatica CISIA. Dopo aver sostenuto i test potrai scegliere il miglior punteggio tra quelli che avrai conseguito nelle due sessioni e con questo potrai indicare, in seguito e in base alla tua scelta, le sedi per cui vorresti ottenere la laurea in Odontoiatria – ovviamente in ordine di preferenza! Ultimo ma non meno importante…chi può partecipare al Tolc per Odontoiatria e Protesi Dentaria?

Puoi partecipare al TOLC anche se sei ancora iscritto al quarto o al quinto anno delle scuole superiori, o se sei già in possesso di un diploma rilasciato in Italia da un istituto di istruzione secondaria di secondo grado. Sono ammessi anche i candidati comunitari ovunque residenti e quelli non comunitari ma regolarmente in possesso di permesso di soggiorno in Italia, e ovviamente in possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente al diploma di maturità italiana.

TOLC-Med: struttura e argomenti

Il TOLC che ti permetterà di diventare ufficialmente studente di Protesi dentaria e ottenere la laurea in Odontoriatria sarà composto da 50 domande a risposta multipla e avrai a disposizione 90 minuti per scegliere le tue risposte. Nello specifico, queste 50 domande saranno così suddivise:

  • Comprensione del testo e cultura generale: 7 domande in 15 minuti
  • Biologia: 15 domande in 25 minuti
  • Chimica e fisica: 15 domande in 25 minuti
  • Matematica e ragionamento logico: 13 domande in 25 minuti
Per quanto riguarda gli argomenti che affronterai nel tentativo di superare l’esame di ammissione, tra le richieste principali troverai la capacità di comprendere e analizzare testi scritti di varia tipologia, di condurre ragionamenti logico-matematici, conoscenze di cultura generale (in particolare nell’ambito storico, geografico, sociale e istituzionale) e argomenti disciplinari in biologia, chimica, fisica e matematica. Vediamo gli argomenti nello specifico come indicati dal Decreto Ministeriale del Mur:
La capacità di comprendere testi scritti in lingua italiana di diversa natura e con scopi comunicativi diversi costituisce una competenza essenziale per chi vuole conseguire la laurea in Odontoiatria, dato che tutti i tipi di domande saranno formulati in lingua italiana, anche ricorrendo al linguaggio simbolico. Saranno oggetto di specifica verifica anche le capacità seguenti:
  • comprendere in contesti reali il lessico astratto, non comune o specialistico;
  • individuare i fenomeni di coesione e coerenza testuale;
  • estrarre e inferire dal testo le specificità informative.
Tali capacità verranno verificate a partire da brevi testi di saggistica scientifica o di narrativa classica e contemporanea, oppure da brevi testi di attualità pubblicati in quotidiani e in riviste generaliste o specializzate. Sempre a partire da brevi testi di varia tipologia e tematica, saranno oggetto di verifica le competenze acquisite negli studi pregressi e le conoscenze di cultura generale o di 2 argomenti oggetto del dibattito pubblico contemporaneo. In particolare, i quesiti mireranno ad accertare:
  • la capacità ad orientarsi nello spazio e nel tempo rappresentato, ovvero a collocare nello spazio e nel tempo fenomeni storico-culturali di rilievo;
  • la conoscenza delle principali istituzioni nazionali e internazionali;
  • la comprensione di fenomeni attinenti agli ambiti giuridico, economico e di cittadinanza.
Per ottenere la laurea in Odontoiatria è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Biologia:
    • La chimica dei viventi. L’acqua e le sue caratteristiche, sostanze idrofile e idrofobe. Composizione chimica, struttura e funzione delle principali molecole biologiche. Carboidrati: monosaccaridi o zuccheri semplici (glucosio, fruttosio, ribosio e desossiribosio); disaccaridi (saccarosio, lattosio), polisaccaridi (glicogeno, amido, cellulosa). Lipidi (acidi grassi, trigliceridi, fosfolipidi, colesterolo). Proteine (amminoacidi, catene polipeptidiche, struttura primaria, secondaria terziaria e quaternaria). Acidi nucleici (nucleotidi, DNA, RNA).
 
    • Organizzazione della cellula. Cellule procariotiche e cellule eucariotiche. Organizzazione della cellula eucariotica. Caratteristiche generali e funzioni fondamentali di: membrana plasmatica, nucleo, ribosomi, sistema delle endomembrane (reticolo endoplasmatico, apparato di Golgi, lisosomi), mitocondri, citoscheletro. Differenze tra cellula eucariotica animale e vegetale: parete cellulare, cloroplasti e altri plastidi, vacuoli. Cenni sull’evoluzione della cellula eucariotica: teoria endosimbiontica
 
    • Fondamenti di genetica. Genetica mendeliana. Struttura dei cromosomi in procarioti ed eucarioti; definizione di genoma. Codificazione dell’informazione genetica nelle molecole di DNA e di RNA. Geni e codice genetico. Replicazione, trascrizione, traduzione e generalità sulla regolazione dell’espressione genica. Genetica umana: trasmissione dei caratteri mono- e polifattoriali; malattie ereditarie autosomiche e legate al cromosoma X. Ereditarietà ed ambiente.
 
    • Mitosi e meiosi. Gametogenesi, fecondazione e prime fasi dello sviluppo. Divisione cellulare nei procarioti e negli eucarioti. Mitosi e meiosi; citodieresi; ciclo cellulare. Gametogenesi e fecondazione. Prime fasi dello sviluppo dell’uovo fecondato (segmentazione e gastrulazione).
 
    • Anatomia e fisiologia degli animali e dell’uomo. Gerarchia dell’organizzazione pluricellulare: tessuti, organi, sistemi e apparati. Struttura e funzioni dei quattro tessuti principali (epiteliale, connettivo, muscolare e nervoso). Struttura e funzione dei principali sistemi e apparati dell’uomo: tegumentario, muscolare, scheletrico, digerente, respiratorio, circolatorio, escretore, riproduttivo, nervoso. Omeostasi.
 
    • Bioenergetica. Flussi di energia e significato biologico di fotosintesi, respirazione, glicolisi, fermentazione. La valuta energetica delle cellule: l’ATP. 3 Catabolismo e anabolismo. Metabolismo autotrofo ed eterotrofo. Catalisi enzimatica. Contenuto energetico dei principali alimenti.
 
    • Elementi di biotecnologie. Biotecnologie tradizionali. Biotecnologie innovative (tecnologia del DNA ricombinante). Applicazioni delle biotecnologie in campo medico. Biotecnologie per l’agricoltura e l’ambiente.
 
    • Elementi di biodiversità ed evoluzione. Caratteristiche che consentono di distinguere Bacteria, Archaea ed Eukarya. Cenni sulle caratteristiche dei Virus. Meccanismi dell’evoluzione: mutazioni, variabilità genetica, selezione naturale, adattamento; speciazione ed estinzione.
 
  • Elementi di ecologia. Interazioni tra organismi e tra organismi e ambiente, ai diversi livelli della gerarchia biologica (individui, popolazioni, comunità ed ecosistemi). Catene trofiche (autotrofi/produttori primari ed eterotrofi/produttori secondari – consumatori). Interazioni biotiche: differenze tra competizione, predazione, parassitismo, mutualismo e commensalismo
Per ottenere la laurea in Odontoiatria è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Chimica:
    • Proprietà macroscopiche della materia. Modello particellare della materia su scala macroscopica e stati della materia. Proprietà macroscopiche dei gas, liquidi e solidi e trasformazioni fisiche (teoria cinetica, punti fissi, transizioni di fase). Miscele omogenee ed eterogenee e tecniche di separazione delle miscele. Leggi fondamentali della chimica (Lavoisier, Proust, Dalton, Gay-Lussac) e numero di Avogadro. Leggi dei gas ideali (Boyle, Charles, Gay-Lussac).
 
    • Proprietà microscopiche della materia e composizione delle sostanze. Modello particellare della materia su scala microscopica: il modello atomico di Dalton. Elementi, sostanze semplici, sostanze composte. Molecole, ioni, formule chimiche. Massa atomica e massa atomica relativa (Ar), massa molecolare relativa (Mr). La tavola periodica degli elementi di Mendeleev: periodi e gruppi. Modelli atomici e numeri quantici. Configurazione elettronica degli atomi e proprietà periodiche.
 
    • Il legame chimico e le forze intermolecolari. Il legame ionico, covalente e metallico. L’elettronegatività. I legami chimici: il modello di Lewis. Il modello VSEPR e le geometrie molecolari. Numero di ossidazione. Forze intermolecolari e legame idrogeno.
 
    • Stechiometria delle reazioni chimiche. Bilanciamento degli schemi di reazione. Definizione del concetto di mole e della costante di Avogadro. Conversione della quantità di massa in moli. Relazione tra il numero di moli (quantità chimica) e massa negli schemi di reazione.
 
    • Reazioni chimiche. Reazioni esotermiche ed endotermiche. L’equilibrio chimico. Velocità di reazione e fattori che influenzano la velocità di reazione
 
    • Composti. Proprietà e nomenclatura dei composti. Nomenclatura di sostanze e composti (IUPAC e tradizionale). Proprietà dei principali composti inorganici. Proprietà dei metalli.
 
    • Proprietà delle soluzioni. Conducibilità, proprietà colligative, solubilità. Unità di misura della concentrazione (mol dm-3, g dm-3, composizione percentuale) e relativi calcoli.
 
    • Le reazioni acido-base e redox. Definizione di acidi e basi. Acidi e basi comuni. Forza di acidi e basi e definizione di pH. Reazioni acido base e indicatori di pH. Definizione di idrolisi e soluzione tampone. Ossidazioni e riduzioni. Identificazione dell’ossidante e del riducente in una semplice trasformazione chimica redox o in uno schema di reazione. Bilanciamento di semplici schemi di reazione redox.
 
    • Chimica organica. Origini e caratteristiche degli idrocarburi. Alcani, alcheni, alchini, cicloalcani. Benzene e composti aromatici. Ibridazione del carbonio. Composti organici: struttura e nomenclatura. Isomeria, relazione tra struttura e proprietà. Alcoli, aldeidi, chetoni e acidi carbossilici. Ammine e aminoacidi.
 
  • Chimica applicata. Le trasformazioni chimiche nella vita quotidiana. Corretta lettura delle etichette dei prodotti commerciali (bevande, prodotti alimentari, farmaci, prodotti chimici). Principali tematiche ambientali (piogge acide, effetto serra, smog…). Norme di sicurezza.
Per ottenere la laurea in Odontoiatria è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Fisica:
    • Grandezze fisiche e loro misura. Grandezze fisiche fondamentali e derivate. Sistema Internazionale di unità di misura. Multipli, sottomultipli e notazione scientifica. Grandezze scalari e grandezze vettoriali. Vettori e operazioni sui vettori: somma, prodotto scalare, prodotto vettoriale.
 
    • Cinematica. Descrizione del moto. Velocità ed accelerazione medie ed istantanee. Moto rettilineo uniforme ed uniformemente accelerato. Moto nel piano. Moto circolare uniforme: velocità angolare ed accelerazione centripeta. Moto armonico: frequenza e periodo.
 
    • Dinamica. Concetto di forza come interazione tra corpi. Forze come vettori applicati. Il principio d’inerzia. La massa e il 2° principio della dinamica. Esempi di forze: la forza peso, la forza elastica, l’attrito statico e dinamico. Azione e reazione: il 3° principio della dinamica. Impulso e quantità di moto. Principio di conservazione della quantità di moto. Momento di una forza e momento angolare. Lavoro ed energia cinetica. Forze conservative ed energia potenziale. Principio di conservazione dell’energia meccanica. Potenza. Unità pratiche di misura dell’energia e della potenza.
 
    • Meccanica dei fluidi. Densità e comprimibilità dei fluidi. Gas e liquidi. Idrostatica: pressione e principi di Pascal, Stevino e Archimede. Unità di misura della pressione di uso comune. Dinamica dei liquidi: flusso, portata ed equazione di continuità. Fluidi ideali ed equazione di Bernoulli. Forze viscose nei fluidi reali.
 
    • Termodinamica. Equilibrio, concetto di temperatura, termometri. Concetto di calore e calorimetria. Modalità di propagazione del calore. Capacità termica e 5 calore specifico. Cambiamenti di stato e calori latenti. Leggi dei gas perfetti. Primo e secondo principio della termodinamica.
 
    • Elettrostatica, circuiti elettrici ed elementi di elettromagnetismo. Forze tra cariche elettriche e legge di Coulomb. Campo e potenziale elettrico. Campi elettrici nei materiali e costante dielettrica. Capacità e condensatori. Capacità equivalente di condensatori in serie e parallelo. Generatori di forza elettromotrice. Differenza di potenziale, corrente, resistenza e legge di Ohm. Resistenza equivalente di resistori in serie e parallelo. Effetto Joule e potenza dissipata. Campo magnetico e magneti permanenti. Campo magnetico generato da una corrente elettrica. Forza agente su una carica e su correnti elettriche in un campo magnetico.
 
  • Ottica. Ottica geometrica: riflessione e rifrazione. Legge delle lenti. Formazione dell’immagine. Fenomeni di interferenza e diffrazione. Microscopi: ingrandimento e potere risolutivo di un obiettivo. Spettro della radiazione elettromagnetica: dalle onde radio ai raggi X
Per ottenere la laurea in Odontoiatria è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Matematica e Ragionamento:
    • Numeri. Operazioni di addizione e moltiplicazione tra numeri interi, frazioni, numeri decimali. Ordinamento. Proprietà delle operazioni e dell’ordinamento. Sottrazione e divisione. Concetto di numero razionale. Rappresentazioni dei numeri in diverse forme (notazione posizionale decimale, frazionaria, percentuale, scientifica…) e su una linea. Numeri reali. Divisione con resto tra numeri interi. Divisori e multipli di un numero intero; divisore comune più grande (MCD) e multiplo comune più piccolo (mcm) di due o più numeri interi positivi. Elevamento a potenza intera di un numero e proprietà delle potenze. Radice intera positiva di un numero positivo. Potenza con esponente razionale di un numero positivo. Stime e approssimazioni. Calcolo e trasformazione di espressioni.
    • Algebra. Espressioni letterali: manipolazione e valutazione. Concetto di soluzione e di “insieme delle soluzioni” di un’equazione, di una disequazione, di un sistema di equazioni e/o disequazioni. Equazioni e disequazioni di primo e secondo grado. Sistemi di equazioni e disequazioni.
    • Geometria. Principali figure nel piano e nello spazio (segmenti, rette, piani, angoli, triangoli, quadrilateri, circonferenze, parallelepipedi, prismi, piramidi, cilindri, coni, sfere): proprietà che le caratterizzano e loro rappresentazioni grafiche. Teorema di Pitagora. Proprietà dei triangoli simili. Linguaggio elementare delle trasformazioni geometriche (simmetrie, rotazioni, traslazioni, similitudini). Misura di un angolo in gradi sessagesimali e in radianti. Seno, coseno e tangente di un angolo, ottenuti come rapporti fra i lati di un triangolo rettangolo. Perimetro e area delle principali figure piane. Volume dei solidi elementari. Calcolo di area e volume per somma e differenza di figure. Coordinate cartesiane nel piano e descrizione di sottoinsiemi del piano utilizzando le coordinate. Punto medio di un segmento. Pendenza di un segmento ed equazione 6 della retta. Equazioni di rette parallele e di rette perpendicolari a una retta data. Intersezione tra rette e rappresentazione delle soluzioni di un sistema di equazioni di primo grado. Distanza tra due punti ed equazione di una circonferenza di centro e raggio assegnati.
    • Funzioni e grafici. Linguaggio e notazioni per le funzioni. Grafico di una funzione. Composizione di funzioni. Esistenza e unicità delle soluzioni di equazioni del tipo f(x)=a, funzioni invertibili e funzione inversa. Proprietà caratteristiche, grafico e comportamento delle seguenti famiglie di funzioni di una variabile reale: funzioni potenza e funzioni radice; funzioni polinomiali di primo e secondo grado; funzioni del tipo x↦1/(ax+b) con a e b costanti assegnate; funzione valore assoluto; funzioni esponenziali e funzioni logaritmo in diverse basi; funzioni goniometriche. Equazioni e disequazioni espresse mediante funzioni, ad esempio del tipo f(x)=g(x), f(x)>a.
    • Combinatoria e probabilità. Rappresentazione e conteggio di insiemi finiti. Eventi disgiunti. Eventi indipendenti. Probabilità dell’evento unione di eventi disgiunti. Probabilità dell’evento intersezione di eventi indipendenti. Descrizione degli eventi in semplici situazioni paradigmatiche (lancio di una moneta, lancio di un dado, estrazione da un’urna…). Diagrammi ad albero. Probabilità condizionata
    • Medie e variabilità. Variabili qualitative e quantitative (discrete e continue). Frequenza assoluta e relativa. Rappresentazioni di distribuzioni (tabelle, grafici a barre, diagrammi a torta, istogrammi…). Media, mediana e moda.
    • Comprendere e rappresentare. Comprendere testi che usano, anche contestualmente, linguaggi e rappresentazioni di diversi tipi. A seconda delle situazioni e degli obiettivi, utilizzare diverse rappresentazioni di uno stesso oggetto. Comprendere e utilizzare notazioni elementari del linguaggio degli insiemi e termini quali: elemento, appartiene, sottoinsieme, unione, intersezione
      • Argomentare. In una certa situazione e date certe premesse, stabilire se un’affermazione è vera o falsa. Negare un’affermazione data. Comprendere e saper utilizzare termini e locuzioni quali: e, o, non, per ogni, tutti, nessuno, alcuni, almeno uno, se… allora…, condizione necessaria, condizione sufficiente, condizione necessaria e sufficiente.
     
    • Modellizzare, risolvere problemi Formulare in termini matematici una situazione o un problema. Risolvere un problema, adottando strategie, combinando diverse conoscenze e abilità, facendo deduzioni logiche e calcoli.

Laurea in Odontoiatria: offerta formativa

Per quanto riguarda gli esami previsti, ti riportiamo la tabella pubblicata dal Ministero dell’Università e della Ricerca dove potrai individuare il corso di laurea in Odontoiatria a pagina 182. Tieni sempre in mente che ovviamente non dovrai sostenere tutti gli esami che vedrai in quanto alcuni si differenziano in base alle scelte durante il percorso di laurea. Inoltre, se vuoi sapere quali di questi esami dovrai sostenere anno per anno, il consiglio è andare sull’offerta formativa dell’Ateneo da te scelto perché non tutte le università propongono gli stessi esami gli stessi anni!

Tirocinio abilitante

I neolaureati possono esercitare la professione subito dopo aver conseguito il titolo, senza perciò dover sostenere alcun Esame di Stato aggiuntivo. Ma cosa è cambiato esattamente, e per chi? Come funziona e cosa si può fare con la laurea in Odontoiatria abilitante? Grazie a questa nuova formula sarà richiesta solo il titolo di laurea – e il giudizio di idoneità nel tirocinio svolto durante il corso di studi- per esercitare la professione.

Il tirocinio ed esame finale per la laurea abilitante alla professione di odontoiatra, classe LM 46, sono disciplinati con il Decreto n. 653 del 5 luglio 2022 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.303 del 29-12-2022. Nello specifico, il Decreto stabilisce che:

  • I 30 crediti formativi universitari possono essere acquisiti solo con attività svolte come primo operatore, sotto il controllo diretto di un docente-tutore, presso strutture universitarie o del Servizio sanitario nazionale;
  • A ogni credito formativo corrispondono 25 ore. Di queste, almeno 20 devono essere di attività formative professionalizzanti come primo operatore, mentre le eventuali restanti 5 ore possono essere dedicate allo studio individuale o ad altre attività formative professionalizzanti;
  • I crediti del tirocinio sono acquisiti al 6° anno di corso, con la possibilità di anticiparne il 30% del totale al 5° anno;
  • La prova pratica valutativa, invece, prevede la discussione da parte dello studente di 3 casi clinici, trattati come primo operatore durante il tirocinio.
Il Decreto 16 giugno 2022, n. 568 prevede – nel periodo transitorio – l’abilitazione all’esercizio della professione di Odontoiatra a seguito del superamento di un esame di Stato con modalità semplificata, consistente in un’unica prova orale. Oggetto della prova, sarà la presentazione dei piani sanitari per due casi di pratica professionale. Possono accedere all’esame semplificato dal 2023 2024 coloro che hanno conseguito:

  • Il diploma di laurea o il diploma di laurea specialistica – classe 52/S – Odontoiatria e protesi dentaria, in base all’ordinamento previgente;
  • La laurea magistrale a ciclo unico in Odontoiatria e protesi dentaria – classe LM-46, in base al previgente ordinamento didattico non abilitante;
  • All’estero, un titolo di studio riconosciuto in Italia.

Dopo la laurea in Odontoiatria: cosa possono fare i neo dentisti

Una volta conseguita la laurea in Odontoiatria, è possibile proseguire gli studi iscrivendosi a un master o a un corso di specializzazione, per esempio in Ortognatodonzia o Chirurgia orale. Per esercitare la professione, una volta terminato il corso di laurea, è necessario iscriversi all’Albo degli Odontoiatri, all’interno dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Laurea in odontoiatria: sbocchi lavorativi

  • Dentista: l’odontoiatra, comunemente chiamato anche dentista, si occupa in generale della cura dei denti dei pazienti, sia lavorando autonomamente, all’interno di uno studio privato, sia come dipendente per un datore o datrice di lavoro.
  • Ortodontista: l’ortodontista è un o una dentista specializzato o specializzata nella correzione dei difetti di occlusione e di posizionamento dei denti, attraverso l’uso di appositi apparecchi ortodontici.
  • Chirurgo dentale: per quanto esista una facoltà universitaria specifica per chi desidera diventare chirurgo dentale, è possibile intraprendere questa carriera anche per i laureati in Odontoiatria, tramite successiva specializzazione. Questa figura si occupa del trattamento delle problematiche odontoiatriche in cui sia necessario un intervento di tipo chirurgico.
  • Igienista dentale: più che nella cura delle patologie vere e proprie, l’igienista dentale è specializzato o specializzata nella pulizia e nello sbiancamento dei denti.
  • Assistente alla poltrona: l’assistente alla poltrona aiuta il o la dentista nello svolgimento della sua funzione, affiancandolo o affiancandola durante la visita dei pazienti e durante gli interventi.
  • Direttore sanitario: il direttore sanitario o la direttrice sanitaria si occupa dell’organizzazione e del funzionamento di una struttura sanitaria pubblica. I laureati e le laureate in Odontoiatria, previa iscrizione all’albo, possono diventare direttori sanitari e direttrici sanitarie in contesti odontoiatrici.

Vuoi saperne di più sui nostri corsi?
Vuoi qualche dritta sui TOLC?

Togliti la curiosità, rispondiamo in fretta

Compila il modulo per richiedere informazioni

Fatti trovare pronto. Hai ancora tempo!

Il Corso Masterclass Lite è stato aggiornato per prepararti alle novità dell’imminente TOLC MED e VET 2024-2025!

Affidati a noi, con il nostro metodo e oltre 30 anni di esperienza nella lavorazione delle banche dati, avrai tutti gli strumenti per superare con successo il test.

Niente memoria, solo tecniche e strategie vincenti.
Scopri il nostro Corso Masterclass Lite!