Laurea in Medicina e Chirurgia

Se il tuo sogno nel cassetto è intraprendere la carriera di medico iscrivendoti al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia ma non sai da dove partire, sei nel posto giusto. Qui troverai tutte, ma proprio tutte, le informazioni necessarie per immergerti nel mondo della laurea in Medicina e Chirurgia: dalla scelta dell’Ateneo agli argomenti del TOLC fino agli argomenti che studierai durante il tuo percorso universitario e le scuole di specializzazione che potrai scegliere dopo la laurea.

Laurea in Medicina e Chirurgia: le basi

Prima di tutto è giusto specificare che ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia è solo il primo di molti step per arrivare un giorno a esercitare la professione di medico. Infatti, dopo aver frequentato la facoltà di Medicina per sei anni dovrai iscriverti a un corso di specializzazione della durata di circa quattro anni così da studiare a fondo la branca della Medicina che desideri esercitare.

Ricapitolando: la laurea in Medicina e Chirurgia rientra in quelle lauree denominate “laurea magistrale a ciclo unico”. Significa dunque che, alla fine del corso di sei anni, riceverai il titolo magistrale senza aver dovuto prima acquisire la laurea triennale. Per questo, a livello di crediti il corso per conseguire la laurea in Medicina e Chirurgia si compone in 360 CFU divisi in:

  • 81 CFU in materie cosiddette di base
  • 181 CFU da materie caratterizzanti
  • 12 CFU da materie affini
  • 8 CFU da materie a scelta dello studente
  • 18 CFU dalla prova finale
  • 60 CFU derivanti dal tirocinio
Al conseguimento della laurea in Medicina e Chirurgia potrai essere ammesso presso le Scuole di specializzazione. Qui i neo laureati, per l’appunto, si specializzano apprendendo le nozioni necessarie per diventare medico specialistico. È qui che ti formerai per diventare medico a tutti gli effetti ed è solo dopo questo step che potrai esercitare la professione.
Grazie ai dati di Almalaurea possiamo riportare alcuni numeri sugli studenti di medicina:

Qualche statistica sui laureati

LM-41
Corso di Laurea (codice Magistrale)
55,8%
Conseguimento della laurea in corso
83,6%
Tasso di occupazione dopo 1 anno dalla laurea
94,1%
Tasso occupazionale a 5 anni
27
Età media laurea
109,7 / 110
Voto di laurea in media
46/S
Corso di Laurea (codice Specialistica)
2500 €
Retribuzione mensile media netta a 1 anno
71,3%
Prosegue la formazione post laurea
2387 €
Retribuzione dopo 5 anni netta mensile
43,4%
Iscritti uomini
56,6%
Iscritte donne
statistiche

Caratteristiche del lavoro a 5 anni:

37,3%
Autonomo
25,8%
A tempo determinato
29,8%
A tempo indeterminato
6,8%
Altro

Le migliori università di Medicina in Italia: statali e private

Il Censis, come ogni anno, mette a disposizione la classifica degli atenei più prestigiosi del Paese fornendo al futuro studente un ulteriore parametro per valutare dove conseguire la Laurea in Medicina e Chirurgia.

I parametri presi in considerazione sono il tasso di progressione di carriera degli studenti laureati e i feedback a livello internazionale. Ti proponiamo qui la classifica Censis delle migliori università di Medicina in Italia per la laurea in Medicina e Chirurgia divisa in atenei statali e atenei privati.

Per quanto riguarda l’anno accademico 2023/2024 la classifica degli atenei statali vede tra i primi tre classificati l’Università di Pavia; l’Università di Bologna e, infine, l’Università di Milano – Bicocca.

Se valutavi proprio una di queste tre università per ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia, complimenti! Ma non preoccuparti, non significa che altre opzioni valgano meno. Di seguito ti proponiamo le prime 15 posizioni con i punteggi ottenuti dalla valutazione Censis:

  • Pavia -> 108 punti
  • Bologna -> 100.5 punti
  • Milano Bicocca -> 99.5 punti
  • Milano -> 95.5 punti
  • Padova -> 94 punti
  • Perugia -> 90.5 punti
  • Modena e Reggio Emilia -> 88.5 punti
  • Piemonte Orientale -> 88 punti
  • Genova -> 87 punti
  • Sassari ->86 punti
  • Roma La Sapienza -> 85.5 punti
  • Firenze -> 85 punti
  • Roma Tor Vergata -> 85 punti
  • Verona -> 85 punti
  • Torino -> 85.5 punti
Non solo atenei statali: con gli stessi criteri vengono valutati anche gli atenei privati.

Al primo posto troviamo il San Raffaele di Milano con 96 punti. A seguire, con 93,5 punti conquista il secondo posto l’Università Cattolica di Milano e infine, al terzo posto, la facoltà di medicina e chirurgia del Campus BioMedico di Roma con 92,5 punti. Pur non rientrando nella classifica del Censis, ci sono altri atenei privati in Italia in cui puoi ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia.

Per l’esattezza:

  • Humanitas a Milano
  • UniCamillus a Roma
  • Università Lum Giuseppe Degennaro, a Casamassima
  • Università degli Studi di Enna Kore, a Enna

Per sapere dove trovare tutti gli atenei che propongono la laurea in Medicina e Chirurgia ti consigliamo di buttare un occhio al sito de Il Sole 24 Ore che, dividendo le università per regione, ti guiderà verso la sede perfetta per le tue esigenze!

Laurea in Medicina e Chirurgia: i posti disponibili regione per regione

Per quanto riguarda la laurea in Medicina e Chirurgia, i posti disponibili variano da regione a regione e di anno in anno.
Se ti stai chiedendo quanti posti ci saranno a disposizione per la tua Regione o quella dove dovrai spostarti, riportiamo qui i posti provvisori disponibili per Regione per il 2023/2024.

REGIONEA.A 2023-2024 UEA.A 2023-2024 Extra UE
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Veneto
TOTALE COMPLESSIVO
363
60
393
1334
1375
328
2288
295
2107
265
125
672
713
464
1471
914
60
311
673
14211
13
2
40
10
49
2
296
5
20
10
5
15
10
9
33
26
0
19
12
576

Sono dunque ben 14.787 i posti disponibili per la laurea in Medicina e Chirurgia in Italia, ben 573 in più rispetto a quelli previsti nel 2022/2023 che, secondo l’accesso programmato visionabile sul sito del Mur, erano 14.214.

Come iscriversi al TOLC per la Laurea in Medicina e Chirurgia

Se stai continuando a leggerci vuol dire che per il tuo futuro hai scelto di diventare medico. Come allora già saprai (e se non lo sai te lo diciamo noi!), dal 2023 quello conosciuto come “test d’ingresso” a Medicina e Chirurgia è stato trasformato in TOLC Medicina. Cosa cambia? Come Iscriversi? Posso partecipare? Calma, calma, ora ti diciamo tutto! Partiamo dalle basi: le sessioni dei TOLC saranno due all’anno e si potranno sostenere al massimo 2 prove all’anno per ciascuna tipologia (TOLC – MED e TOLC – VET). Significa che potrai provare due volte il TOLC-MED, due volte il TOLC-VET o una volta entrambi; tutto dipenderà dal tuo indirizzo di scelta! Il giorno della prova saranno resi disponibili tre turni per sostenere il test, due al mattino e uno nel pomeriggio.

Per partecipare ai TOLC (e prendere poi la laurea in Medicina e Chirurgia) bisognerà registrarsi al portale cisiaonline.it e le università saranno tenute a permettere le prenotazioni al test almeno trenta giorni prima dell’esame per poi chiuderle dieci giorni prima della prova. Il TOLC Medicina si tiene in presenza presso la sede selezionata dal candidato durante la procedura di iscrizione e l’esaminazione viene erogata sulla piattaforma informatica CISIA. Dopo aver sostenuto i test potrai scegliere il miglior punteggio tra quelli che avrai conseguito nelle due sessioni e con questo potrai indicare, in seguito e in base alla tua scelta, le sedi per cui vorresti immatricolarti – ovviamente in ordine di preferenza!

Ultimo ma non meno importante…chi può partecipare al Tolc e ottenere poi la laurea in Medicina e Chirurgia? Puoi partecipare al TOLC anche se sei ancora iscritto al quarto o al quinto anno delle scuole superiori, o se sei già in possesso di un diploma rilasciato in Italia da un istituto di istruzione secondaria di secondo grado. Sono ammessi anche i candidati comunitari ovunque residenti e quelli non comunitari ma regolarmente in possesso di permesso di soggiorno in Italia, e ovviamente in possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente al diploma di maturità italiana.

TOLC-Med: struttura e argomenti

Il TOLC che ti permetterà poi di ottenere una laurea in Medicina e Chirurgia sarà composto da 50 domande a risposta multipla e avrai a disposizione 90 minuti per scegliere le tue risposte.

Nello specifico, queste 50 domande saranno così suddivise:

  • Comprensione del testo e cultura generale: 7 domande in 15 minuti
  • Biologia: 15 domande in 25 minuti
  • Chimica e fisica: 15 domande in 25 minuti
  • Matematica e ragionamento logico: 13 domande in 25 minuti
Per quanto riguarda gli argomenti che affronterai nel tentativo di superare l’esame di ammissione (e conseguire la laurea in Medicina e Chirurgia), troverai la capacità di comprendere e analizzare testi scritti di varia tipologia, di condurre ragionamenti logico-matematici, conoscenze di cultura generale (in particolare nell’ambito storico, geografico, sociale e istituzionale) e argomenti disciplinari in biologia, chimica, fisica e matematica. Vediamo gli argomenti nello specifico come indicati dal Decreto Ministeriale del Mur:

La capacità di comprendere testi scritti in lingua italiana di diversa natura e con scopi comunicativi diversi costituisce una competenza essenziale per chi vuole conseguire la laurea in Medicina e Chirurgia, dato che tutti i tipi di domande saranno formulati in lingua italiana, anche ricorrendo al linguaggio simbolico.
Saranno oggetto di specifica verifica anche le capacità seguenti:

  • comprendere in contesti reali il lessico astratto, non comune o specialistico;
  • individuare i fenomeni di coesione e coerenza testuale;
  • estrarre e inferire dal testo le specificità informative.

Tali capacità verranno verificate a partire da brevi testi di saggistica scientifica o di narrativa classica e contemporanea, oppure da brevi testi di attualità pubblicati in quotidiani e in riviste generaliste o specializzate. Sempre a partire da brevi testi di varia tipologia e tematica, saranno oggetto di verifica le competenze acquisite negli studi pregressi e le conoscenze di cultura generale o di 2 argomenti oggetto del dibattito pubblico contemporaneo. In particolare, i quesiti mireranno ad accertare:

  • la capacità ad orientarsi nello spazio e nel tempo rappresentato, ovvero a collocare nello spazio e nel tempo fenomeni storico-culturali di rilievo;
  • la conoscenza delle principali istituzioni nazionali e internazionali;
  • la comprensione di fenomeni attinenti agli ambiti giuridico, economico e di cittadinanza.

Per ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Biologia:

    • La chimica dei viventi.
      L’acqua e le sue caratteristiche, sostanze idrofile e idrofobe. Composizione chimica, struttura e funzione delle principali molecole biologiche. Carboidrati: monosaccaridi o zuccheri semplici (glucosio, fruttosio, ribosio e desossiribosio); disaccaridi (saccarosio, lattosio), polisaccaridi (glicogeno, amido, cellulosa). Lipidi (acidi grassi, trigliceridi, fosfolipidi, colesterolo). Proteine (amminoacidi, catene polipeptidiche, struttura primaria, secondaria terziaria e quaternaria). Acidi nucleici (nucleotidi, DNA, RNA).
    • Organizzazione della cellula.
      Cellule procariotiche e cellule eucariotiche. Organizzazione della cellula eucariotica. Caratteristiche generali e funzioni fondamentali di: membrana plasmatica, nucleo, ribosomi, sistema delle endomembrane (reticolo endoplasmatico, apparato di Golgi, lisosomi), mitocondri, citoscheletro. Differenze tra cellula eucariotica animale e vegetale: parete cellulare, cloroplasti e altri plastidi, vacuoli. Cenni sull’evoluzione della cellula eucariotica: teoria endosimbiontica
    • Fondamenti di genetica.
      Genetica mendeliana. Struttura dei cromosomi in procarioti ed eucarioti; definizione di genoma. Codificazione dell’informazione genetica nelle molecole di DNA e di RNA. Geni e codice genetico. Replicazione, trascrizione, traduzione e generalità sulla regolazione dell’espressione genica. Genetica umana: trasmissione dei caratteri mono- e polifattoriali; malattie ereditarie autosomiche e legate al cromosoma X. Ereditarietà ed ambiente.
    • Mitosi e meiosi. Gametogenesi, fecondazione e prime fasi dello sviluppo.
      Divisione cellulare nei procarioti e negli eucarioti. Mitosi e meiosi; citodieresi; ciclo cellulare. Gametogenesi e fecondazione. Prime fasi dello sviluppo dell’uovo fecondato (segmentazione e gastrulazione).
    • Anatomia e fisiologia degli animali e dell’uomo. Gerarchia dell’organizzazione pluricellulare: tessuti, organi, sistemi e apparati. Struttura e funzioni dei quattro tessuti principali (epiteliale, connettivo, muscolare e nervoso). Struttura e funzione dei principali sistemi e apparati dell’uomo: tegumentario, muscolare, scheletrico, digerente, respiratorio, circolatorio, escretore, riproduttivo, nervoso. Omeostasi.
    • Bioenergetica.
      Flussi di energia e significato biologico di fotosintesi, respirazione, glicolisi, fermentazione. La valuta energetica delle cellule: l’ATP. 3 Catabolismo e anabolismo. Metabolismo autotrofo ed eterotrofo. Catalisi enzimatica. Contenuto energetico dei principali alimenti.
    • Elementi di biotecnologie.
      Biotecnologie tradizionali. Biotecnologie innovative (tecnologia del DNA ricombinante). Applicazioni delle biotecnologie in campo medico. Biotecnologie per l’agricoltura e l’ambiente.
    • Elementi di biodiversità ed evoluzione. Caratteristiche che consentono di distinguere Bacteria, Archaea ed Eukarya. Cenni sulle caratteristiche dei Virus. Meccanismi dell’evoluzione: mutazioni, variabilità genetica, selezione naturale, adattamento; speciazione ed estinzione.
  • Elementi di ecologia.
    Interazioni tra organismi e tra organismi e ambiente, ai diversi livelli della gerarchia biologica (individui, popolazioni, comunità ed ecosistemi). Catene trofiche (autotrofi/produttori primari ed eterotrofi/produttori secondari – consumatori). Interazioni biotiche: differenze tra competizione, predazione, parassitismo, mutualismo e commensalismo

Per ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Chimica:

    • Proprietà macroscopiche della materia.
      Modello particellare della materia su scala macroscopica e stati della materia. Proprietà macroscopiche dei gas, liquidi e solidi e trasformazioni fisiche (teoria cinetica, punti fissi, transizioni di fase). Miscele omogenee ed eterogenee e tecniche di separazione delle miscele. Leggi fondamentali della chimica (Lavoisier, Proust, Dalton, Gay-Lussac) e numero di Avogadro. Leggi dei gas ideali (Boyle, Charles, Gay-Lussac).
    • Proprietà microscopiche della materia e composizione delle sostanze.
      Modello particellare della materia su scala microscopica: il modello atomico di Dalton. Elementi, sostanze semplici, sostanze composte. Molecole, ioni, formule chimiche. Massa atomica e massa atomica relativa (Ar), massa molecolare relativa (Mr). La tavola periodica degli elementi di Mendeleev: periodi e gruppi. Modelli atomici e numeri quantici. Configurazione elettronica degli atomi e proprietà periodiche.
    • Il legame chimico e le forze intermolecolari.
      Il legame ionico, covalente e metallico. L’elettronegatività. I legami chimici: il modello di Lewis. Il modello VSEPR e le geometrie molecolari. Numero di ossidazione. Forze intermolecolari e legame idrogeno.
    • Stechiometria delle reazioni chimiche.
      Bilanciamento degli schemi di reazione. Definizione del concetto di mole e della costante di Avogadro. Conversione della quantità di massa in moli. Relazione tra il numero di moli (quantità chimica) e massa negli schemi di reazione.
    • Reazioni chimiche.
      Reazioni esotermiche ed endotermiche. L’equilibrio chimico. Velocità di reazione e fattori che influenzano la velocità di reazione
    • Composti. Proprietà e nomenclatura dei composti. Nomenclatura di sostanze e composti (IUPAC e tradizionale). Proprietà dei principali composti inorganici. Proprietà dei metalli.
    • Proprietà delle soluzioni.
      Conducibilità, proprietà colligative, solubilità. Unità di misura della concentrazione (mol dm-3, g dm-3, composizione percentuale) e relativi calcoli.
    • Le reazioni acido-base e redox.
      Definizione di acidi e basi. Acidi e basi comuni. Forza di acidi e basi e definizione di pH. Reazioni acido base e indicatori di pH. Definizione di idrolisi e soluzione tampone. Ossidazioni e riduzioni. Identificazione dell’ossidante e del riducente in una semplice trasformazione chimica redox o in uno schema di reazione. Bilanciamento di semplici schemi di reazione redox.
    • Chimica organica.
      Origini e caratteristiche degli idrocarburi. Alcani, alcheni, alchini, cicloalcani. Benzene e composti aromatici. Ibridazione del carbonio. Composti organici: struttura e nomenclatura. Isomeria, relazione tra struttura e proprietà. Alcoli, aldeidi, chetoni e acidi carbossilici. Ammine e aminoacidi.
  • Chimica applicata.
    Le trasformazioni chimiche nella vita quotidiana. Corretta lettura delle etichette dei prodotti commerciali (bevande, prodotti alimentari, farmaci, prodotti chimici). Principali tematiche ambientali (piogge acide, effetto serra, smog…). Norme di sicurezza.

Per ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Fisica:

    • Grandezze fisiche e loro misura.
      Grandezze fisiche fondamentali e derivate. Sistema Internazionale di unità di misura. Multipli, sottomultipli e notazione scientifica. Grandezze scalari e grandezze vettoriali. Vettori e operazioni sui vettori: somma, prodotto scalare, prodotto vettoriale.
    • Cinematica.
      Descrizione del moto. Velocità ed accelerazione medie ed istantanee. Moto rettilineo uniforme ed uniformemente accelerato. Moto nel piano. Moto circolare uniforme: velocità angolare ed accelerazione centripeta. Moto armonico: frequenza e periodo.
    • Dinamica.
      Concetto di forza come interazione tra corpi. Forze come vettori applicati. Il principio d’inerzia. La massa e il 2° principio della dinamica. Esempi di forze: la forza peso, la forza elastica, l’attrito statico e dinamico. Azione e reazione: il 3° principio della dinamica. Impulso e quantità di moto. Principio di conservazione della quantità di moto. Momento di una forza e momento angolare. Lavoro ed energia cinetica. Forze conservative ed energia potenziale. Principio di conservazione dell’energia meccanica. Potenza. Unità pratiche di misura dell’energia e della potenza.
    • Meccanica dei fluidi.
      Densità e comprimibilità dei fluidi. Gas e liquidi. Idrostatica: pressione e principi di Pascal, Stevino e Archimede. Unità di misura della pressione di uso comune. Dinamica dei liquidi: flusso, portata ed equazione di continuità. Fluidi ideali ed equazione di Bernoulli. Forze viscose nei fluidi reali.
    • Termodinamica.
      Equilibrio, concetto di temperatura, termometri. Concetto di calore e calorimetria. Modalità di propagazione del calore. Capacità termica e 5 calore specifico. Cambiamenti di stato e calori latenti. Leggi dei gas perfetti. Primo e secondo principio della termodinamica.
    • Elettrostatica, circuiti elettrici ed elementi di elettromagnetismo.
      Forze tra cariche elettriche e legge di Coulomb. Campo e potenziale elettrico. Campi elettrici nei materiali e costante dielettrica. Capacità e condensatori. Capacità equivalente di condensatori in serie e parallelo. Generatori di forza elettromotrice. Differenza di potenziale, corrente, resistenza e legge di Ohm. Resistenza equivalente di resistori in serie e parallelo. Effetto Joule e potenza dissipata. Campo magnetico e magneti permanenti. Campo magnetico generato da una corrente elettrica. Forza agente su una carica e su correnti elettriche in un campo magnetico.
  • Ottica.
    Ottica geometrica: riflessione e rifrazione. Legge delle lenti. Formazione dell’immagine. Fenomeni di interferenza e diffrazione. Microscopi: ingrandimento e potere risolutivo di un obiettivo. Spettro della radiazione elettromagnetica: dalle onde radio ai raggi X

Per ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia è indispensabile avere padronanza dei seguenti elementi di Matematica e Ragionamento:

    • Numeri.
      Operazioni di addizione e moltiplicazione tra numeri interi, frazioni, numeri decimali. Ordinamento. Proprietà delle operazioni e dell’ordinamento. Sottrazione e divisione. Concetto di numero razionale. Rappresentazioni dei numeri in diverse forme (notazione posizionale decimale, frazionaria, percentuale, scientifica…) e su una linea. Numeri reali. Divisione con resto tra numeri interi. Divisori e multipli di un numero intero; divisore comune più grande (MCD) e multiplo comune più piccolo (mcm) di due o più numeri interi positivi. Elevamento a potenza intera di un numero e proprietà delle potenze. Radice intera positiva di un numero positivo. Potenza con esponente razionale di un numero positivo. Stime e approssimazioni. Calcolo e trasformazione di espressioni.
    • Algebra.
      Espressioni letterali: manipolazione e valutazione. Concetto di soluzione e di “insieme delle soluzioni” di un’equazione, di una disequazione, di un sistema di equazioni e/o disequazioni. Equazioni e disequazioni di primo e secondo grado. Sistemi di equazioni e disequazioni.
    • Geometria.
      Principali figure nel piano e nello spazio (segmenti, rette, piani, angoli, triangoli, quadrilateri, circonferenze, parallelepipedi, prismi, piramidi, cilindri, coni, sfere): proprietà che le caratterizzano e loro rappresentazioni grafiche. Teorema di Pitagora. Proprietà dei triangoli simili. Linguaggio elementare delle trasformazioni geometriche (simmetrie, rotazioni, traslazioni, similitudini). Misura di un angolo in gradi sessagesimali e in radianti. Seno, coseno e tangente di un angolo, ottenuti come rapporti fra i lati di un triangolo rettangolo. Perimetro e area delle principali figure piane. Volume dei solidi elementari. Calcolo di area e volume per somma e differenza di figure. Coordinate cartesiane nel piano e descrizione di sottoinsiemi del piano utilizzando le coordinate. Punto medio di un segmento. Pendenza di un segmento ed equazione 6 della retta. Equazioni di rette parallele e di rette perpendicolari a una retta data. Intersezione tra rette e rappresentazione delle soluzioni di un sistema di equazioni di primo grado. Distanza tra due punti ed equazione di una circonferenza di centro e raggio assegnati.
    • Funzioni e grafici.
      Linguaggio e notazioni per le funzioni. Grafico di una funzione. Composizione di funzioni. Esistenza e unicità delle soluzioni di equazioni del tipo f(x)=a, funzioni invertibili e funzione inversa. Proprietà caratteristiche, grafico e comportamento delle seguenti famiglie di funzioni di una variabile reale: funzioni potenza e funzioni radice; funzioni polinomiali di primo e secondo grado; funzioni del tipo x↦1/(ax+b) con a e b costanti assegnate; funzione valore assoluto; funzioni esponenziali e funzioni logaritmo in diverse basi; funzioni goniometriche. Equazioni e disequazioni espresse mediante funzioni, ad esempio del tipo f(x)=g(x), f(x)>a.
    • Combinatoria e probabilità.
      Rappresentazione e conteggio di insiemi finiti. Eventi disgiunti. Eventi indipendenti. Probabilità dell’evento unione di eventi disgiunti. Probabilità dell’evento intersezione di eventi indipendenti. Descrizione degli eventi in semplici situazioni paradigmatiche (lancio di una moneta, lancio di un dado, estrazione da un’urna…). Diagrammi ad albero. Probabilità condizionata
    • Medie e variabilità.
      Variabili qualitative e quantitative (discrete e continue). Frequenza assoluta e relativa. Rappresentazioni di distribuzioni (tabelle, grafici a barre, diagrammi a torta, istogrammi…). Media, mediana e moda.
    • Comprendere e rappresentare. Comprendere testi che usano, anche contestualmente, linguaggi e rappresentazioni di diversi tipi. A seconda delle situazioni e degli obiettivi, utilizzare diverse rappresentazioni di uno stesso oggetto. Comprendere e utilizzare notazioni elementari del linguaggio degli insiemi e termini quali: elemento, appartiene, sottoinsieme, unione, intersezione
    • Argomentare.
      In una certa situazione e date certe premesse, stabilire se un’affermazione è vera o falsa. Negare un’affermazione data. Comprendere e saper utilizzare termini e locuzioni quali: e, o, non, per ogni, tutti, nessuno, alcuni, almeno uno, se… allora…, condizione necessaria, condizione sufficiente, condizione necessaria e sufficiente.
  • Modellizzare, risolvere problemi.
    Formulare in termini matematici una situazione o un problema. Risolvere un problema, adottando strategie, combinando diverse conoscenze e abilità, facendo deduzioni logiche e calcoli.

Laurea in Medicina e Chirurgia: offerta formativa

Per quanto riguarda gli esami previsti, ti riportiamo la tabella pubblicata dal Ministero dell’Università e della Ricerca dove potrai individuare il corso in Medicina a pagina 151. Tieni sempre a mente che per conseguire la laurea in Medicina e Chirurgia non dovrai sostenere tutti gli esami che vedrai in quanto alcuni si differenziano in base alle scelte durante il percorso di laurea. Inoltre, se vuoi sapere quali di questi esami dovrai sostenere anno per anno al fine di ottenere la laurea in Medicina e Chirurgia, il consiglio è andare sull’offerta formativa dell’Ateneo da te scelto perché non tutte le università propongono gli stessi esami gli stessi anni!

Tirocinio Medicina: le nuove regole

Con il D.M. 18 del 17/03/2020 “Cura Italia” recante “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, è cambiato l’iter di abilitazione previsto per chi consegue la laurea in Medicina e Chirurgia: i neolaureati possono esercitare la professione subito dopo aver conseguito il titolo, senza perciò dover sostenere alcun Esame di Stato aggiuntivo. La misura è stata adottata nel contesto emergenziale della pandemia al fine di rafforzare il Sistema Sanitario Nazionale e immettere il prima possibile nuovo personale fresco di Laurea in Medicina e Chirurgia nelle strutture ospedaliere.

Ma cosa è cambiato esattamente, e per chi? Come funziona e cosa si può fare con la laurea in Medicina e Chirurgia abilitante? Grazie a questa nuova formula sarà richiesta solo il titolo di laurea in Medicina e Chirurgia – e il giudizio di idoneità nel tirocinio svolto durante il corso di studi- per esercitare la professione. Queste nuove regole vengono applicate a chiunque appartenga ai seguenti ordinamenti:

  • Laurea magistrale afferente alla classe LM/41 in Medicina e chirurgia
  • Laurea specialistica afferente alla classe 46/S in Medicina e chirurgia
  • Diploma di laurea vecchio ordinamento in Medicina e chirurgia.
Tieni a mente che, se la laurea in Medicina e Chirurgia non comprende l’idoneità nel tirocinio pratico valutativo in area medica, area chirurgica e area di medicina generale, l’abilitazione alla professione si otterrà solo successivamente alla laurea in Medicina e Chirurgia, quindi solo dopo lo svolgimento del tirocinio pratico valutativo e acquisizione del giudizio di idoneità. Assume importanza cruciale il Tirocinio Pratico Valutativo per Esame di Stato (TVPES), che dura 3 mesi e si articola in tre periodi da 4 settimane (anche non consecutive), e ogni blocco deve avere una durata di 100 ore, corrispondendo poi a 5 CFU nelle tre aree richieste, che ricordiamo essere:

  • Area chirurgica
  • Area medica
  • Area della medicina di base
Il TPVS non può essere svolto prima del quinto anno di corso e non prima che si siano superati tutti gli esami obbligatori previsti dal corso di laurea in Medicina e chirurgia

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia: cosa possono fare i neo medici?

Coloro che hanno conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia possono essere classificati in personale ausiliario e potranno:

  • Partecipare alla turnazione nei presidi sanitari sul territorio, presso la Guardia medica o in appoggio agli ambulatori dei Medici di base;
  • Partecipare ai bandi di concorso indetti dalle Regioni e dalle aziende ospedaliere per poi essere impiegati nelle strutture di pre-triage
  • Effettuare tamponi;
  • Prescrivere farmaci
È bene ricordare che chi ha ottenuto da poco la laurea in Medicina e Chirurgia non potrà assolutamente svolgere compiti specifici come quello di Rianimatori, Anestesisti o Dottori in medicina d’urgenza, e in generale tutti i compiti che spettano a un professionale medico specializzato, ossia figure che hanno conseguito una specializzazione specifica presso la relativa scuola.

Le scuole di specializzazione in medicina

La laurea in Medicina e Chirurgia sicuramente non è una passeggiata di salute (!) ma dovrai stringere i denti ancora per un po’. Parliamo infatti delle scuole di specializzazione, step fondamentale per il vostro futuro. Le specializzazioni di Medicina e chirurgia si dividono in tre aree: medica, chirurgica e dei servizi clinici. Ovviamente ti ricordiamo che esiste anche il diploma di formazione in Medicina generale grazie al quale potrai diventare medico di base. Vediamo insieme le scuole di specializzazione divise per area.
Classe della medicina clinica generale e specialistica
  • Medicina interna: 1.132 posti
  • Medicina d’emergenza-urgenza: 1.152 posti
  • Geriatria: 539 posti
  • Medicina dello sport e dell’esercizio fisico: 94 posti
  • Medicina termale: 0 posti (3 nel 2020 e nel 2019)
  • Oncologia medica: 373 posti
  • Medicina di comunità e delle cure primarie: 86 posti
  • Allergologia e immunologia clinica: 116 posti
  • Dermatologia e venereologia: 164 posti
  • Ematologia: 285 posti
  • Endocrinologia e malattie del metabolismo: 248 posti
  • Scienza dell’alimentazione: 85 posti
  • Malattie dell’apparato digerente: 256 posti
  • Malattie dell’apparato cardiovascolare: 825 posti
  • Malattie dell’apparato respiratorio: 402 posti
  • Malattie infettive e tropicali: 377 posti
  • Nefrologia: 339 posti
  • Reumatologia: 137 posti
  • Medicina e cure palliative: in attesa di informazioni
Classe della medicina clinica generale e specialistica
  • Neurologia: 353 posti
  • Neuropsichiatria infantile: 295 posti
  • Psichiatria: 751 posti
Classe della medicina clinica dell’età evolutiva
  • Pediatria: 954 posti
Classe delle chirurgie generali e specialistiche
  • Chirurgia generale: 801 posti
  • Chirurgia pediatrica: 77 posti
  • Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica: 130 posti
  • Ginecologia ed ostetricia: 606 posti
  • Ortopedia e traumatologia: 560 posti
  • Urologia: 304 posti
Classe delle chirurgie del distretto testa e collo
  • Chirurgia maxillo-facciale: 68 posti
  • Neurochirurgia: 125 posti
  • Oftalmologia: 265 posti
  • Otorinolaringoiatria: 214 posti
Classe delle chirurgie cardio-toraco-vascolari
  • Cardiochirurgia: 105 posti
  • Chirurgia toracica: 99 posti
  • Chirurgia vascolare: 147 posti
Classe della medicina diagnostica e di laboratorio
  • Anatomia patologica: 211 posti
  • Microbiologia e virologia: 154 posti
  • Patologia clinica e biochimica clinica: 337 posti
Classe della diagnostica per immagini e radioterapia
  • Radiodiagnostica: 954 posti
  • Radioterapia: 185 posti
  • Medicina nucleare: 110 posti
Classe dei servizi clinici specialistici
  • Anestesia, rianimazione e terapia intensiva e del dolore: 2.105 posti
  • Audiologia e foniatria: 46 posti
  • Medicina fisica e riabilitativa: 357 posti
Classe dei servizi clinici specialistici biomedici
  • Farmacologia e tossicologia clinica: 119 posti
  • Genetica medica: 95 posti
Classe della sanità pubblica
  • Igiene e medicina preventiva: 780 posti
  • Medicina del lavoro: 236 posti
  • Medicina legale: 200 posti
  • Statistica sanitaria e biometria: 37 posti

Vuoi saperne di più sui nostri corsi?
Vuoi qualche dritta sui TOLC?

Togliti la curiosità, rispondiamo in fretta

Compila il modulo per richiedere informazioni